Eros Ramazotti non esiste

Fra i grandi misteri della natura annovero la non-esistenza di categorie di persone che invece dovrebbero palesarsi facilmente nella mia vita di tutti i giorni. Mi riferisco a coloro che acquistano le opere di Eros Ramazzotti. Eros Ramazzotti è uno dei tanti punti interrogativi della mia vita. Ricordo la sua comparsa negli anni ottanta. Nella mia facile categorizzazione adolescenziale lo collocai tra i bellocci disco estate, ovvero quelli che uscivano in versione poster a petto nudo su cioé o altra rivista ormonale, per due o tre mesi restavano appesi al muro e poi sparivano nel nulla da cui erano emersi.
Eros Ramazzotti, pur avendo tutti gli stilemi del caso, no. Ogni tanto ero in un bar sentivo la sua canzone, ma un po’ cambiata. Erano passati anni e lui era ancora lì, aveva fatto una nuova canzone. Ogni tanto pensavo, oh magari è bravo davvero e ho avuto un abbaglio, e provavo a sentire un pezzo ma no, il giudizio degli anni ottanta manteneva ancora tutta la sua giustificazione estetica.
Eppure lui continuava, negli anni, grandi successi, passaggi alla radio, la sua vocetta un po’ nasale che mi ricordava battisti quando aveva la sinusite e non poteva cantare. Piaceva e continuava a vedere i suoi dischi, magari c’erano ancora i poster a petto nudo per le versioni adulte di cioè. Chessò, intimità. Tv sorrisi e canzoni.
Il vero mistero per me – comunque – è che in tutti in questi anni, mai e dico mai per significare il mai più assoluto, il deserto completo, mai dicevo ho incontrato una persona che ascoltasse Eros Ramazzotti. Mai. Uno che in auto accendesse la sua autoradio e si sentisse la vocetta di Eros, trovassi in casa di amici un cd, una vecchia musicassetta, o parlando di musica italiana qualcuno che mi dicesse, no, certo, bravo Ligabue, però anche Eros Ramazzotti in fondo. Mai. In trent’anni mai una volta che io abbia incontrato uno dei milioni di acquirenti di opere di Eros Ramazzotti.
Eppure esistono. Comprano. Ascoltano, non penso che lo passino solo in radio. Da qualche parte si vedranno, metteranno il cd nell’asola elettronica per sentire la nuova/vecchia/eterna canzone di Eros Ramazzotti. Dove sono? Inizio a pensare che ci siano delle specie di comunità, che vivono al di fuori del consesso umano, dove si riuniscono gli ascoltatori di Eros Ramazzotti. Gruppi di autoaiuto. Talvolta, ed è il pensiero più dolce, mi viene da pensare che in realtà Eros sia davvero sparito dopo quell’estate degli anni ottanta, e che rimanga solo come una proiezione mentale della mia memoria, una sorta di bug tra le variabili che gestiscono il casino della mia vita. Basterebbe che qualcuno posasse un dito sugli elettroni che galleggiano sulla mia scheda madre, facendo ponte con il suo corpo con la terra, e con una breve scarica anche Eros Ramazzotti tornerebbe a dare energia al mondo e alla storia.

Annunci

One thought on “Eros Ramazotti non esiste

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...