Al cattivo difetta la promozione

– ma perché
– cosa
– nei film o telefilm americani
– eh
– ad un certo punto il cattivo cattivo dice al buono, eh ma noi siamo in realtà molto simili
– ah vero
– e il cattivo dice al buono, se solo tu accettassi di stare con me pensa alle grandi cose che potremmo fare
– vero
– e in realtà non c’è niente nel film fino a quel momento che abbia dato anche la benché minima impressione che i due siano in qualche modo simili, o che possano fare assieme qualcosa di più complicato di una partita a calcetto
– e già la partita al calcetto…
– infatti, già quella sarebbe un gran casino
– guarda, io credo che sia qualcosa di sindacale
– uh
– vuoi fare la sceneggiatura di una fiction americana? bene ma ci sono due o tre cose che devono esserci per forza
– ecco
– una bandiera americana che sventola, un vecchio poliziotto nero vicino alla pensione, elicotteri, un bianco wasp che ha un ex-moglie con cui si è lasciato o che è morta male, gente specializzata in campi scientifici settorialissimi che però nel film mostrano di non avere dimestichezza con le regole base della fisica, rimozione di ogni possibile trauma muscolare dovuto a cadute da altezze improbabili o scontri contro moto o cazzotti che nel mondo reale per sei mesi non alzi un dito, e poi sì, il villain
– il villain
– il cattivo cattivo che nella vita ammazza gente, vende armi, pensa solo ai soldi alla droga alle donne, ma che quando si trova con il buono si ricorda di essersi in passato laureato in filosofia
– ecco, è lui
– e si mette a fare dei discorsi pesi sul senso della vita e sulla morale, soprattutto sulla morale
– al buono
– esatto, diciamo come se Nietzche fosse stato assunto dai baci perugina per fare i biglietti, il livello è quello
– e il buono è tormentato
– tormentatissimo, vedi che per un attimo ci pensa, e qua c’è la seconda cosa improbabile
– ovvero?
– che in genere i villain fanno una vita orrenda
– ah
– vivono come reclusi, circondati da gente che sembra uscita da un fumetto di gangster anni cinquanta, fanno una vita di lusso sfrenato che però sembra di una noia mortale
– eh sono cattivi mica per niente
– infatti, e in genere per il buono sarebbe un passaggio al peggio, non è mai una ipotesi vantaggiosa, è chiaro che il villain sta vendendo pentole alla gita gratis per anziani
– diciamo che in generale, al cattivo difetta la promozione
– fondamentalmente

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...