dialoghi familiari

{a cena}
– figli, invece di una stampante tridimensionale potremmo comprarne una quadrimensionale, così se non ci serve invece che restituirla possiamo non averla comprata mai
– ah ah l’ho capita, papà. ma non sono d’accordo con il tuo concetto di quarta dimensione
– era solo una battuta
– ma presuppone che la quarta dimens…
– primogenito: era solo una battuta

{dopocena: lavando i piatti}
– papà perché ascolti la radio spenta?
– non è spenta, è musica concreta
– uh, è spenta non si sente niente
– è una radio di musica sperimentale
– papà ti dico che non esce suono
– io la sento
– papà, ti assicuro…
– è un brano di Feldman, si chiama musica per Beckett
– sarebbe un brano di Feldman, se fosse partito
– Beckett è teatro dell’assurdo, molti silenzi, si vede che Feldman…
– papà, ho l’orecchio sull’ipad, non esce suono
– io lo sento, senti questo ronzio di tanto in tanto?
– è la calderina
– è Feldman
– è la calderina che riavvia il motorino
– mh, a volte la musica concreta…
– mi fai un piacere papà?
– eh
– premi qua sul sito della tua radio sperimentale, qua dove c’è scritto “play”
– uh, aspetta
(suoni)
– ah, ecco, *questa* è la tua musica sperimentale, prima era spenta!
– vai a letto
– ma papà…
– fila a letto

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...