Venerandi intervista i personaggi del suo ebook #3 Buonaventura

INTERVISTATORE: Sig. Buonaventura, il suo è stato un vero e proprio ripescaggio.
BUONAVENTURA: Eh sì, mi hanno detto che io sono una seconda scelta! (ride)
INTERVISTATORE: Una scelta azzeccata direi.
BUONAVENTURA: Lo spero. All’inizio il protagonista era l’autore, ma poi non gli piaceva come veniva fuori, non riusciva a scrivere e fare il personaggio nello stesso tempo, così ha pensato a me.
INTERVISTATORE: Non tutti ci riescono. Anche nella regia a volte…
BUONAVENTURA: Sembrerebbe più facile e invece…
INTERVISTATORE: Il suo personaggio è molto diverso da quello che conosciamo.
BUONAVENTURA: Beh…
INTERVISTATORE: Nel senso, siamo abituati a un signor Buonaventura con il vestito rosso e il cane al guinzaglio…
BUONAVENTURA: Sì, da quel punto di vista lì, sì. Spesso sono vestito da borghese.
INTERVISTATORE: E non ha il cane!
BUONAVENTURA: Mah, un cane c’è, si chiama bell. Solo che è praticamente morto (ride).
INTERVISTATORE: E non è il suo.
BUONAVENTURA: Non lo so, non ci ho capito molto io dei racconti. Sono racconti molto diversi, è stato un lavoro lungo.
INTERVISTATORE: Avete dovuto provare molto?
BUONAVENTURA: (pensa) No, da quel punto di vista siamo andati giù lisci. Ma ci sono state cose che ci hanno fatto perdere tempo.
INTERVISTATORE: Ad esempio?
BUONAVENTURA: Beh, il finale a bivio in boston university.
INTERVISTATORE: Ah, certo, quello è un punto molto complicato.
BUONAVENTURA: La nostra bozza era molto alla buona, c’era molto spazio per l’improvvisazione.
INTERVISTATORE: Beh questo è un bene, avrà avuto modo…
BUONAVENTURA: Sì, sì, ma per il finale a bivio è stato un disastro.
INTERVISTATORE: Ah.
BUONAVENTURA: Ogni volta che cambiavamo una cosa, dovevamo rifare tutti i collegamenti.
INTERVISTATORE: A questo non avevo pensato.
BUONAVENTURA: Abbiamo dovuto fare molte aggiustature.
(…)
INTERVISTATORE: Come è stato per lei tornare a fare fiction dopo tanto tempo?
BUONAVENTURA: Stancante.
INTERVISTATORE: Ah.
BUONAVENTURA: Molto stancante. Il libro era lungo e io non ho più l’età.
INTERVISTATORE: La sua parte è molto giovanile.
BUONAVENTURA: Sì. Ma io non sono più giovane. Per le scene di sesso è stato difficile. Era una cosa nuova per me, ma non ero più in grado. O andava bene alla prima o si doveva aspettare qualche giorno per rifarla.
INTERVISTATORE: È comprensibile.
BUONAVENTURA: Io non riuscivo a farne due di seguito.
INTERVISTATORE: Però è stato bravo, io pensavo che avessero usato una controfigura.
BUONAVENTURA: Montaggio. Mi ha salvato il montaggio.
INTERVISTATORE: Nella fiction il montaggio è tutto.
(…)
INTERVISTATORE: Come è cambiata la sua vita dopo l’undici settembre?
BUONAVENTURA: Molto. È cambiato davvero molto.
INTERVISTATORE: Capisco.
BUONAVENTURA: È una cosa che non riesco a spiegare. È come se qualcuno mi avesse aperto gli occhi.
INTERVISTATORE: Gli occhi.
BUONAVENTURA: Esatto. È come se dopo cinquant’anni qualcuno mi fosse venuto a dire che l’assegno da un milione che mi veniva dato ad ogni puntata, ecco, che quell’assegno era falso.
INTERVISTATORE: È una brutta impressione.
BUONAVENTURA: Non so cosa voglia dire, ma è tutto quello che posso dire sull’argomento.
(…)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...