non puoi più fare queste cose su di un blog volume VIII

la cosa che mi piace di frank zappa, oltre al fatto di aver abitato una parte della mia infanzia sono due: la prima è che i dischi più belli, quelli che dicono che non puoi non sentire, non li ho mai sentiti. mi sono detto, me li tengo per dopo. metti mai che poi muore, me ne tengo un po’ per dopo. quindi sono a posto, il meglio di zappa deve ancora venire.

la seconda cosa che mi piace di frank zappa è che ha fatto anche dei dischi orrendi. dischi che li sentivo e dicevo, ma sono orribili. orribili. come è che. e quindi la cosa che la persona di genio, perché nonostante tutto zappa è una persona di genio, fa anche roba orrenda. può farla, ne ha diritto.

la terza cosa è che mi ero copiato un disco di frank zappa, un doppio, civilization phase III. è stata la prima copia da cd a cd che abbia mai fatto nella mia vita, l’ho fatta quando i masterizzatori costavano quanto un computer oggi e che quando masterizzavano non dovevi toccare il computer, il mouse, il tavolo, la luce della stanza, la porta, il campanello, qualunque cosa potesse creare interferenza e far sputare dopo ore il cd con scritto che la masterizzazione era fallita. io feci questa copia di questo cd postumo di zappa, pieno di gente che parla e suoni strani e penso di averlo sentito davvero tante volte, considerato tutto

e poi l’ho buttato l’ho fatto a pezzi dicendo non voglio una copia, non voglio una fottuta copia, mi vado a prendere l’originale e sono entrato in questo negozio e dietro al bancone non c’era frank zappa? c’era e mi dice, uh, allora? e io dico vorrei civilization phase III originale in cd e lui mi dice, uh, non lo stampano più e poi mi dice, sono morto. capisci, mi dice, sono morto?

anni e anni dopo mi era venuta voglia di riprendere in cd tutti gli album che avevo posseduto in cassetta, e che oramai non avevo più. c’è un sacco di musica che ascoltavo negli anni ottanta in cassette copiate e che poi nel passaggio al cd ho perso e gli mp3 mi fanno schifo. quindi non li ascolto più. solo che quando dico, ma no, non devo fare così e provo a riascoltarli, ho nausea.

nausea di me stesso, nausea di quegli anni, di me allora e adesso, mi sento di morire anche io, di quei suoni nausea e mi metto a sentire cose nuove, per sentirmi vivo, per sentire cose diverse

e anche zappa uguale, risento joe’s garage, the central scrutinaaaaaizer di cui avevo un ricordo mitico e mentre lo ascolto dico, ma è tutto qua? ma davvero è tutto qua? e ci rimango male e mi dico, forse con civilization phase III andrà meglio, lì invece mi piacerà ancora, mi innamorerò di nuovo

e quindi spero che civilization phase III resti fuori catalogo per anni, per sempre, fino a che non sarà del tutto svanita ogni singola traccia del mio amore per quello che sono stato

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...