Non è comunque successo niente

Avevo smesso di scrivere per dei motivi molto importanti che però siccome non me li sono scritti non me li ricordo più. Allora scrivo e ciò che scrivo è questo: tornavo a casa e c’era un tipo Enel Gas sul pianerottolo, che parlava con il vicino. Diceva: “Luce, la luce, facciamo uno sconto sulla bolletta, cortesemente se mi può prendere una bolletta vediamo se si può applicare lo sconto.” Il vicino sudava, farfugliava, diceva: “No, padrona di casa, caldaia, sto facendo uno stage pagato dall’azienda.” Poi ho sentito che dicevano altre cose mentre aprivo la porta di casa e poi il vicino ha chiuso la porta e il tipo Enel Gas ha fatto per andarsene. Io gli ho detto: “Evito di farti perdere tempo, ti dico già che la cosa non mi interessa.” Perché pensavo stesse per venirmi a suonare, invece stava andandosene, allora avrei dovuto tacere e non sarebbe successo nulla. Non è comunque successo nulla. Il tipo Enel Gas era alto, magro, un completo nero, una cravatta rossa. Stava andandosene, si accingeva a scendere le scale per andare via, ma quando gli ho parlato si è fermato, si è voltato verso di me dicendo: “Come? Perdere tempo? Cosa?” Gli ho spiegato che la cosa non mi interessava, Enel Gas, lo sconto, non esiste Enel Gas, non esiste sconto, io stesso avevo lavorato per Enel Gas tempo fa, allora per evitare di perdere tempo gli dicevo che non importava che veniva a suonarmi, poteva risparmiare tempo andando via, andando a suonare in altri palazzi. E lui ha detto: “Io non perdo tempo. Io ho finito. Io le spiego l’offerta.” Io ho detto che non importava, che la cosa non mi interessava, e lui ha detto che c’era un’incongruenza. Ha detto proprio così: “C’è un’incongruenza.” Io gli ho detto sì, indubbiamente ci sono molte incongruenze, e a quel punto non se ne sarebbe andato, avremmo dovuto parlare lì in piedi sul pianerottolo, con la luce che si spegneva, l’avremmo riaccesa e avremmo dovuto continuare a parlare, per chiarire, ma chiarire cosa?, per capire che se stavo zitto se ne sarebbe già andato, invece era rimasto a chiarire, a dire che dovevo vedere l’offerta, oppure potevo anche non vederla, ma bisognava sorridere, perché la vita è sorridere. Magari aveva anche ragione, ma in quel momento né io né lui avevamo voglia di sorridere bensì volevamo semplicemente pestarci di botte lasciarci sanguinanti sul pianerottolo. Eppure se non dicevo niente se n’era già andato e non sarebbe successo nulla. Non è comunque successo nulla, se n’è andato infine, ho ascoltato i suoi passi giù per le scale, poi il cancello, poi il portone, poi non più il silenzio.

Annunci

2 thoughts on “Non è comunque successo niente

  1. cioe ho pure zbagliato nome nel form comunque non è successo niente tanto mi riconosci lo stesso volevo dire che sei sempre un geniaccio e che vorrei vederti prima o poi per darci qualche pacca sulla spalla e ricordarci i tempi antichi che poi ti devo anch dare una notizia vabbe sono solo 400 chilometri cocciante se li sarebbe fatti a liedi

  2. piedi. come minc#ja è difficile scrivere con questi smartphone vabbhe gli auguri te li ho già fatti la prossima volta ci vediamo allo spettacolo sempre se non è rivoluzione prima. bellcomunque si scrive in questo forum

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...